Continua la guerra alla tassazione dei dispositivi medici

In USA continua la dura lotta dei produttori di dispositivi medici contro la tassazione applicata dal governo americano. Le nuove evoluzioni prospettano ripercussioni anche sul mercato europeo

Scritto Martedì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati al consueto appuntamento con le notizie selezionate apposta per voi da Dispotech, your disposable excellence. L’articolo di oggi prende spunto da una news pubblicata su modernhealthcare.com.

Arriva direttamente dagli USA la confortante notizia – sia per il suo mercato, sia per le ripercussioni che questo fatto può avere nel resto del mondo – di nuove mobilitazioni contro le tasse applicate ai dispositivi medici. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

I Repubblicani, verso la fine di luglio, hanno pianificato l’approvazione di un piano risparmi per la sanità – un principio cardine, a cui teneva già molto il presidente George W. Bush –; cambia significativamente la struttura delle detrazioni fiscali dell’Obamacare, iniziando di fatto la caduta libera (e catastrofica) dei sussidi per i meno abbienti. Interessate alla votazione anche altre due misure dell’Obamacare.

Il governo pianifica anche il superamento dell’abrogazione della tassa del 2,3% sui dispositivi medici – per un costo di 24.4 miliardi di dollari in 10 anni, secondo l’ultima stima del Congressional Budget Office. In totale, secondo l’Ufficio di Bilancio del Congresso, le misure sopra elencate costerebbero 92 miliardi di dollari in dieci anni.

I Repubblicani sostengono di star compiendo un ulteriore step per “migliorare la qualità della copertura sanitaria e dell’assistenza”.

Anche l’industria delle assicurazioni è venuta in supporto di queste misure; l’industria dei dispositivi medici statunitensi, da parte sua, spera nella vittoria in modo da vedersi meno tassata e più rappresentata dalle sfere alte delle politica.

L’ Advanced Medical Technology Association (AdvaMed), un’associazione di categoria che si occupa delle aziende produttrici di apparecchiature mediche, ha lanciato una campagna pubblicitaria – visibile in tutta Washington – per convincere i politici a stare dalla sua parte.

Non ci resta che attendere buone nuove… vi terremo aggiornati!

E voi cosa ne pensate delle pesanti tassazioni che affliggono il settore dei dispostivi medici? Diteci la vostra, contattate Dispotech!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento