La crioterapia aiuta la perdita di peso

pare che la crioterapia aiuti anche a perdere peso! Immaginate di entrare in una sorta di lettino abbronzante verticale ma, invece di sperimentare temperature tropicali, essere investiti da aria fredda che arriva a toccare i -240°C.

Scritto Martedì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati sull’angolo delle news di Dispotech, your disposable excellence.

Oltre ad aiutare gli sportivi dopo l’attività fisica (ve ne abbiamo già parlato in questo articolo), pare che la crioterapia aiuti anche a perdere peso! Scopriamo di più grazie al supporto di un articolo pubblicato su fox5dc.com.

Immaginate di entrare in una sorta di lettino abbronzante verticale ma, invece di sperimentare temperature tropicali, essere investiti da aria fredda che arriva a toccare i -240°C.  E’ proprio un bagno nel ghiaccio – ma senza acqua e senza ghiaccio! A molti può suonare come una tortura, ma gli appassionati di crioterapia sostengono che aiuti a rinvigorirsi; aiuta, inoltre, ad alleviare emicranie, depressione, artrite e disturbi del sonno. E se non vi sembra abbastanza, una sessione di soli 3 minuti fa bruciare dalle 800 kcal in su!

La giornalista Laura Evans si è recata al Thrive CyroStudio per sperimentare una seduta di crioterapia. Una volta entrata nella “camera del freddo” indossando soltanto un paio di guanti, delle ciabattine e dei calzini. Subito, l’attrezzatura si è riempita di vapore gelido e la temperatura ha iniziato a diminuire.

Il primo minuto è passato abbastanza velocemente e senza troppe complicazioni, dice Laura, dicendo di star bene. Poi scatta il secondo minuto, durante il quale si raggiunge la temperatura più bassa: -241 gradi centigradi, per l’esattezza. “Sta tirando tutto il sangue dal tuo sistema periferico agli organi interni per proteggerti da un’eventuale ipotermia” riferisce il proprietario dello studio. “Mentre il sangue sta circolando tra cuore, reni e fegato, si sta arricchendo di enzimi d’ossigeno e nutrienti – tutto in soli 3 minuti”.

Una volta fuori dal “lettino verticale”, Laura ha percepito il flusso sanguigno entrare di nuovo in circolazione. Questo suo sangue “arricchito” pare aiuti e combatta le infiammazioni; aiuti il recupero del fisico dopo degli sforzi e riduca i dolori.

 

Ad ogni modo, la FDA sostiene che nessuno dei benefici finora descritti sia stato scientificamente provato. Gli stessi dispositivi attraverso i quali si effettua la crioterapia sono in fase di studio.

Ma cosa succede al corpo durante la crioterapia? La dottoressa Anna Ghambaryan della FDA afferma: “Non sappiamo ancora bene cosa accade in quei precisi secondi. Non c’è abbastanza letteratura scientifica in grado di darci una sicurezza e che ci permetta di rispondere a queste domande”.

La FDA, inoltre, avverte chi pratica comunemente la crioterapia che ci sono rischi di assideramento e asfissia. Inoltre, la pratica è assolutamente sconsigliata a chi soffre di cuore o è incinta! Se voleste provare la crioterapia, il consiglio migliore è sempre quello di consultare prima un medico.

E voi avete mai provato la crioterapia? Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra, contattate Dispotech!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento