Bruciature da ghiaccio

Sapevi che le ustioni possono essere provocate anche dal ghiaccio, e non solo dal calore?

Scritto Venerdì, da Emanuele Mortarotti

Sapevi che le ustioni possono essere provocate anche dal ghiaccio, e non solo dal calore?

Oggi, sul blog di Dispotech, your disposable excellence, parliamo delle bruciature da ghiaccio – servendoci del supporto di un interessante articolo pubblicato su lecicatrici.it.

 

Innanzitutto, come si riconosce un’ustione provocata dal ghiaccio? Il suo aspetto è molto simile a quella provocata da una fonte di calore: compaiono bolle, vesciche, si forma del liquido trasparente sottopelle, si prova fastidio e tensione sulla pelle, compaiono eritemi e irritazioni.

 

Mentre il calore impiega relativamente poco per creare danni alla pelle, il freddo ha bisogno di più tempo per attaccare l’epidermide e creare fastidi.

Così come per quelle provocate dal caldo, anche le bruciature da freddo sono di più tipologie: si parla di primo, secondo e terzo grado. La loro gravità è da considerare in ordine crescente: mentre le ustioni di primo grado sono quelle più banali e facilmente curabili, quelle di terzo grado sono da prendere molto seriamente e possono portare anche a conseguenze gravi, come fenomeni di necrosi e comparsa di lesioni non curabili.

 

Come si contraggono le lesioni da ghiaccio? Innanzitutto quando si sta per molto tempo in luoghi eccessivamente freddi; esse possono anche comparire, però, se si utilizzano bombolette di ghiaccio spray o ghiaccio secco senza attenzione e/o dovute precauzioni. Questi prodotti devono essere maneggiati con cura e, soprattutto, bisogna conoscerne componenti e modi di utilizzo prima di servirsene. Molti non hanno idea del fatto che, ad esempio, il ghiaccio secco o spray è di gran lunga più freddo del ghiaccio che utilizziamo quotidianamente o che abbiamo a casa in congelatore: in media, il ghiaccio contenuto in queste bombolette si aggira sui -78°C. Si tratta di una temperatura estremamente bassa che, ovviamente, il nostro organismo e la nostra pelle non riescono a sopportare: un contatto prolungato con lo spruzzo può provocare, di fatto, un’ustione – anche seria.

 

Se contrai un’ustione da ghiaccio, consulta sempre prima il tuo medico: un professionista sarà in grado di valutare la gravità del problema e saprò consigliarti al meglio circa la cura migliore – scongiurando anche la comparsa di fastidiose infezioni.

 

Conoscevi le bruciature da ghiaccio? Se sì, come le hai curate? Faccelo sapere, contatta il team Dispotech!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento