Come fare sport durante il caldo estivo?

il gran caldo e le temperature molto alte che da diverse settimane imperversano sull’Italia, sono tantissime le persone che non rinunciano allo sport (sia in palestra, sia all’aria aperta). Tanti si allenano per la sensazione di benessere che solo lo sport sa offrire, altri si preparano all’estate, altri ancora lo ritengono il proprio hobby preferito.

Scritto Martedì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati sul blog di Dispotech!

Nonostante il gran caldo e le temperature molto alte che da diverse settimane imperversano sull’Italia, sono tantissime le persone che non rinunciano allo sport (sia in palestra, sia all’aria aperta). Tanti si allenano per la sensazione di benessere che solo lo sport sa offrire, altri si preparano all’estate, altri ancora lo ritengono il proprio hobby preferito.

Di qualsiasi scelta si tratti, è necessario prestare particolare attenzione mentre si fa sport quando fa caldo. Le conseguenze possono essere serie. Anche se non esperti in medicina, sarebbe bene che ognuno di noi fosse in grado di riconoscere i primi sintomi di un colpo di calore o di uno svenimento provocato dall’afa.

Scopriamo di più grazie al supporto di un articolo pubblicato su sportsperformancebulletin.com.

 

Allenarsi quando fuori fa molto caldo equivale a trovare un delicato equilibrio tra il rimanere freschi e idratati durante l’esecuzione degli esercizi. Sembra una contraddizione in termini, vero? Quando ci si allena e fuori ci sono temperature alte, è probabile sentirsi pigri e fiacchi: questo accade perché il corpo regola il livello di attività in base alla sua capacità di mantenersi fresco.

Il calore in eccesso che sentiamo durante l’allenamento viene trasportato tutto sulla pelle: qui viene “perso” per irraggiamento, conduzione, convezione ed evaporazione.

E cosa dire di quando ci si allena in acqua? Sentiamo quella piacevolissima sensazione di freschezza, ma ciò accade solo perché l’acqua è un conduttore di calore molto più efficiente.

La perdita di calore tramite evaporazione è il meccanismo di raffreddamento più importante durante l'esercizio e si manifesta tramite la sudorazione.

 

Problemi di salute legati al caldo

I crampi da calore, l’esaurimento da calore ed il colpo di calore sono tutti disturbi legati all'incapacità dell’organismo di far fronte allo stress termico dell'ambiente.

Quando fa troppo caldo, il nostro corpo non ce la fa più e cerca di raffreddarsi ulteriormente, aumentando la sudorazione. Il sudore non è composto solo d’acqua, ma anche di sodio (anche se la composizione di esso varia da persona a persona a causa di vari fattori).

Per “proteggersi”, come abbiamo detto, il corpo suda più di quanto dovrebbe, ma i liquidi persi vanno immediatamente reintegrati. Il rischio di disidratazione, infatti, è elevatissimo e l’esaurimento da calore ha delle serie conseguenze: pallore, debolezza, vertigini, sete, nausea, svenimento. Per far riprendere la persona colpita da esaurimento da calore è utile innanzitutto farla riposare in una zona ombreggiata e fresca, per poi tamponarla con asciugamani zuppe d’acqua e farla bere (possibilmente una bevanda sportiva, di quelle che contengono sodio e sali minerali). Se nonostante queste operazioni d’aiuto la persona non sta ancora bene, lamenta altri sintomi o perde conoscenza, è necessario rivolgersi con urgenza ad un medico esperto.

 

Il colpo di calore, invece, si verifica quando il corpo non è più in grado di sopportare il carico di calore e la temperatura interna inizia a superare i 40°C.

Già i primi segnali di colpo di calore sono gravi e preoccupanti e dovrebbero attivare subito i soccorsi: la persona si sente disorientata e soffre di perdita di memoria. Da notare anche un’anomala assenza di sudorazione, ma piuttosto il verificarsi di brividi, rossore, debolezza e vertigini. Di solito segue un collasso completo: a questo punto l’assistenza medica deve essere immediata. In questi sfortunati casi il corpo deve essere raffreddato il più velocemente possibile: sono utili gli impacchi di ghiaccio specie se posizionati sotto le braccia, all'inguine, intorno al collo e alla testa.

Fare sport è davvero importantissimo e piacevole, sia d’estate che d’inverno. Come tutte le attività, lo sport ha dei fattori di rischio che non possono essere ignorati. Quando fa molto caldo e ti alleni, quindi, ricordati di idratarti moltissimo, di riposarti ogni tanto al fresco, di fermarti e chiedere immediatamente aiuto nel caso dovessi sentirti poco bene o provare anche solo uno dei sintomi elencati poc’anzi.

 

Cosa ne pensi di questo articolo? Quali sono le tue abitudini quando fai sport e c’è molto caldo? Raccontaci la tua esperienza, contatta Dispotech.

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento