Come il Covid sta influenzando economicamente il mondo dello sport

Oggi, come suggerisce il titolo dell’articolo, parliamo di come anche il mondo dello sport sia stato travolto dall’emergenza Coronavirus.

Scritto Venerdì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati ad un nuovo appuntamento con le news di Dispotech.

Oggi, come suggerisce il titolo dell’articolo, parliamo di come anche il mondo dello sport sia stato travolto dall’emergenza Coronavirus. Sono tanti i cambiamenti che hanno riguardato gli sport in tutto il mondo: scopriamo di più grazie al supporto di un articolo pubblicato su weforum.org.

 

Ci riesce difficile pensare ad un evento sportivo senza pubblico sugli spalti. Purtroppo, è proprio ciò che sta accadendo in tutto il mondo: le competizioni sono state sospese, gli eventi annullati. Ad essere toccati dalle tristi vicende legate al Coronavirus ci sono, ovviamente, anche gli sportivi e tutti gli addetti ai lavori – così come anche i media.

Anche il business che ruota intorno allo sport è stato fortemente danneggiato, considerato che la maggior parte dei guadagni ad esso associato riguarda il broadcasting, ovvero la vendita dei diritti, la pubblicità e la vendita dei biglietti degli eventi. I ricavi dello sport raggiungono numeri straordinari: nel 2018, si stima che l’industria dello sport ha raggiunto un valore di 471 miliardi dollari. E ancora, il solo valore televisivo della NBA è di 24 miliardi di dollari in 9 anni; quello della Premier League inglese è di 12 miliardi in 3 anni. Con lo stop allo sport, i guadagni e tutti i movimenti finanziari intorno al mondo dello sport si sono praticamente bloccati.

 

Come fare, allora, per porvi rimedio? I grandi canali internazionali si sono organizzati per rendere disponibili ai telespettatori e ai fan i contenuti più amati e richiesti. Canali storici come Fox Sports e ESPN stanno trasmettendo partite considerate “grandi classici”, documentari, contenuti e video di archivio, partite di sport di nicchia. La NFL, invece, sta proponendo ai fan tutte le partite in streaming dal 2009 all’ultimo campionato giocato. In generale, lo streaming sportivo a pagamento sta cercando di venire incontro agli utenti, offrendo contenuti gratuitamente o con flessibilità di pagamento.

 

Questa emergenza sanitaria, in sostanza, ha dimostrato ancora una volta quanto lo sport costituisca una grossa fetta dell’economia mondiale.

Lo sport è uno dei mondi che mette insieme le persone e si basa sulla socialità e, in questo momento, si sente la mancanza di questa forma di intrattenimento. Tocca trovare nuove strategie e strumenti per mantenerlo vivo, nonostante la grave crisi economica mondiale che ci troveremo a vivere – che stiamo, in realtà, già vivendo.

Cosa ne pensi di questo articolo? Contatta Dispotech e faccelo sapere.

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento