Coolsculpting: rimuovere il grasso con l’azione del freddo

Oggi parliamo di una procedura cosmetica che sta prendendo piede in tutto il mondo: il coolsculpting, o criolipolisi. Ma a cosa serve e, soprattutto, funziona davvero?

Scritto Venerdì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati ad un nuovo articolo del blog di Dispotech, your disposable excellence. Oggi parliamo di una procedura cosmetica che sta prendendo piede in tutto il mondo: il coolsculpting, o criolipolisi. Ma a cosa serve e, soprattutto, funziona davvero? Ti raccontiamo di questo trattamento grazie al supporto di un articolo letto su medicalnewstoday.com.

 

Cos’è, allora, il coolsculpting? Per spiegarlo potremmo analizzare la parola stessa: grazie all’azione del freddo, alcune parti del corpo possono essere “scolpite” per modificarne ed aggraziarne l’aspetto. In particolare la criolipolisi agisce sulle cellule di grasso, ghiacciandole ed eliminandole – specie in quelle zone del corpo in cui è più difficile agire nonostante una buona alimentazione e l’esercizio fisico.

L’aspetto positivo è che questa procedura medico-estetica non è invasiva e quindi non causa dolori e tempi post-operatori di recupero; tuttavia è bene sapere che ci sono comunque delle controindicazioni e dei probabili effetti collaterali. Prima di sottoporti a criolipolisi, informati in maniera completa ed esaustiva sulla procedura e fai al medico tutte le domande che ritieni necessarie.

 

L’azione del freddo sulle cellule di grasso ha la capacità di eliminarle: dopo alcuni mesi, infatti, i risultati dovrebbero essere visibili. La procedura non è dolorosa, anzi, la sensazione che provano i pazienti è quella di un leggero intorpidimento alla zona trattata (che, comunque, sparisce dopo poco tempo), nonché di freschezza.

Nonostante sia un trattamento che tendenzialmente va a buon fine, non bisogna pensare che il coolsculpting faccia miracoli: il paziente che si sottopone alla procedura deve comunque cercare di avere un’alimentazione sana ed equilibrata e fare sport anche dopo. Mangiare esageratamente e fare una vita sedentaria, alla lunga, farà tornare le cellule di grasso, vanificando l’intera procedura.

 

Per stabilire quante sedute siano effettivamente necessarie per eliminare del grasso corporeo, è necessario consultare il medico. La procedura, ovviamente, rientra nella medicina estetica e non è quindi particolarmente economica. Un’alternativa alla criolipolisi potrebbe essere la liposuzione, che non esclude comunque rischi e complicazioni successive.

 

Conoscevi questa procedura? Cosa ne pensi? Facci sapere la tua, contatta Dispotech!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento