I benefici del ghiaccio contro le emicranie

Il ghiaccio ha molteplici proprietà benefiche che, da almeno un secolo a questa parte, sono utilizzate per trattare dolori, emicranie. Approfondiamo l'argomento e scopriamo di più

Scritto Lunedì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati sul blog di Dispotech, your disposable excellence.

Oggi parliamo di un ottimo alleato per la nostra salute – o meglio, un elemento che è in grado di alleviare il dolore in diverse situazioni. Forse le sue molteplici proprietà non sono molto conosciute, o forse viene utilizzato in settori (come la medicina e lo sport) che non sperimentiamo tutti i giorni in prima persona. Stiamo parlando del ghiaccio! Ebbene sì: il ghiaccio ha molteplici proprietà benefiche che, da almeno un secolo a questa parte, sono utilizzate per trattare dolori, emicranie, ecc.

È probabile che la mamma o la nonna, qualche volta, ci abbiano consigliato di alleviare il mal di testa coprendo la parte interessata con un panno freddo o una borsa ghiaccio ma noi, inarcando le sopracciglia, avremo pensato: “Rimedi antichi, figurati se funzionano!”. Nulla di più sbagliato: il freddo può arginare le emicranie, eccome! Tra i rimedi medici certificati, i dottori raccomandano l’utilizzo di ice pack e impacchi gelati per trattare i sintomi dell’emicrania.

L’utilizzo della “terapia del freddo” per trattare emicranie e forti mal di testa, d’altronde, è stato documentato per la prima volta nel 1849! L’utilizzo di impacchi freddi è stato, inoltre, annoverato tra i rimedi fai-da-te più utilizzati per curare anche l’emicrania con aura - un tipo particolare di cefalea che provoca anche disturbi alla vista, di natura prettamente neurologica.

Ad ogni modo, ci sono diversi studi e ricerche che studiano l’effetto e i benefici del freddo sui dolori alla testa: mentre è ancora poco chiaro il modo in cui la sensazione di fresco abbia effetti curativi e calmanti, è anche vero che la sensazione di sollievo non è provata tutti. Una degli ultimi trial clinici effettuati negli Stati Uniti ha evidenziato che, su 100 pazienti, il 75% circa si è detto felice e soddisfatto dei risultati ottenuti da un ciclo di “terapia del freddo”.

La dottoressa Peterson, dottoressa statunitense promotrice dei suddetti trial clinici, afferma: “Il ghiaccio aiuta tanto sia a livello vascolare, sia neurologico che endocrino. Dal punto di vista vascolare, la sensazione di freddo costringe i vasi sanguigni (processo noto col nome di vasocostrizione), con conseguente riduzione del flusso sanguigno e minore sensazione di dolore. Un ice pack può anche ridurre edemi e gonfiori. Gli effetti neurologici, invece, riguardano la caratteristica del freddo di inibire la sensazione di dolore, un processo chiamato analgesia. Il freddo riduce la conduzione nervosa diminuendo immediatamente il dolore, proprio perché i nervi ‘lavorano’ più lentamente. Per quanto riguarda il sistema endocrino, invece, il freddo diminuisce l’attività metabolica ed enzimatica: ne consegue una riduzione della ‘richiesta’ d’ossigeno da parte dei tissutali locali. Da ultimo, è importante sottolineare anche l’importanza del cosiddetto effetto placebo: l’utilizzo del freddo può avere un effetto sull’abilità del paziente di descrivere soggettivamente il proprio dolore”.

Chi soffre di emicrania, spesso, è costretto ad utilizzare antidolorifici – che possono aiutare, ma anche non fare effetto. Alla luce di queste scoperte sui benefici del freddo, l’utilizzo di una borsa ghiaccio o di un ice pack potrebbe essere un valido sostituto ai medicinali: vale la pena parlarne col proprio medico!

Cosa ne pensi di questo articolo? Hai mai sperimentato le proprietà benefiche del ghiaccio? Faccelo sapere contattando Dispotech!

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento