VR e nuove applicazioni in ambito medico

come e in che modo una tecnologia del genere viene applicata?

Scritto Giovedì, da Emanuele Mortarotti

Oggi, sul blog di Dispotech, your disposable excellence, parliamo di tecnologia VR e del suo utilizzo nel mondo della medicina. Per farlo, ci serviamo del supporto di un interessante articolo apparso su medium.com.

La Realtà Virtuale è una di quelle tecnologie di nuova generazione che trova un sacco di applicazioni. Una di quelle più interessanti riguarda senza dubbio il mondo della medicina e della salute: come e in che modo una tecnologia del genere viene applicata?

Uno studio condotto dalla società di consulenza Industry ARC parla di un aumento esponenziale del mercato VR nel settore medico già entro il 2020. Secondo la stesso studio, ci si stia concentrando soprattutto su due aspetti: la riabilitazione per i pazienti e l’addestramento per i futuri medici.

La VR viene utilizzata per aiutare i pazienti che hanno subito un infarto. L’azienda MindMaze aiuta i pazienti ad esercitare, ad esempio, il movimento delle mani. Esercizi simili aiutano a ri-esercitare le parti danneggiate del cervello e i percorsi neurali.

Usata anche in psicoterapia, la VR aiuta i pazienti che soffrono di determinate fobie ad affrontarle: i visori aiutano i pazienti a calarsi in una realtà alternativa, dove con tranquillità possono affrontare le loro paure – sempre in compagnia di uno specialista.

Per quanto riguarda la formazione dei medici di domani, ci sono dei progressi importanti da segnalare. Già nel 2014, il chirurgo Shafi Ahmed ha operato un paziente malato di cancro trasmettendo su visore VR l’intervento, seguito in diretta da 13.000 studenti – che hanno potuto anche interagire con il chirurgo, facendogli delle domande.

Anche alla Medical School della Stanford University la VR sarà utilizzata per addestrare gli studenti di medicina, in particolare per scoprire il corpo umano approfondendo l’anatomia.

Insomma, la VR è una tecnologia davvero poliedrica, applicabile a tantissimi settori. Quello della medicina è naturalmente adatto all’implementazione di nuove scoperte, essendo un campo in continuo mutamento. Cosa ne pensi di questo articolo? Dicci la tua, contatta Dispotech!

 

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento