La crioterapia nel mondo del calcio

Perchè i calciatori utilizzano la crioterapia dopo partite o allenamento?

Scritto Venerdì, da Emanuele Mortarotti

Bentornati sul blog di Dispotech!

Continuano i nostri approfondimenti sulla crioterapia e, in generale, su tutti i trattamenti nei quali si utilizzano i benefici del freddo. Oltre alla crioterapia, oggi parliamo anche di criosauna e criocamera; per farlo ci serviamo del supporto di un interessante articolo pubblicato su salute.gazzetta.it.

 

In principio fu Cristiano Ronaldo. Pare che sia bastata una sua foto postata su Instagram, qualche anno fa, a “scatenare” la moda della crioterapia e delle sue varie declinazioni – criosauna e criocamera in primis. Gli scatti del campione portoghese hanno acceso i riflettori sui benefici del freddo apportati dalla crioterapia e da quel momento gli sportivi – specialmente calciatori e tennisti - hanno iniziato a sottoporsi a questi trattamenti riabilitativi.

 

Non ci sono solo i bagni ghiacciati, ovvero quelli in cui ci si immerge col corpo in una vasca piena d’acqua fredda e/o ghiaccio. Con il tempo si sono sviluppate anche altre tipologie di terapia. La criosauna è una cabina nella quale si entra lasciando fuori solo la testa; il trattamento dura pochi minuti, le temperature arrivano a sfiorare i -180°C. La criocamera, invece, è un macchinario totalmente chiuso, in cui si entra con il corpo intero e la temperatura può arrivare fino ai -140°C.

Nell’articolo fonte viene intervistato il dottor Cristiano Fusi, medico dello sport nonché primario di Riabilitazione presso gli Istituti Clinici Zucchi di Monza. Il dottore spiega il funzionamento della terapia a basse temperature, che conta su un effetto vasocostrittore immediato che si dissolve non appena ci si ritrova in un ambiente a temperatura normale. Lo sbalzo termico permette la riapertura dei vasi sanguigni.

Il dottor Fusi elenca poi tutti i benefici della crioterapia:

  • accelera il recupero muscolare dopo uno sforzo prolungato;
  • è un’ alleata contro l’affaticamento;
  • è in grado di alleviare infiammazioni, tendiniti e dolori muscolari;
  • è in grado di accrescere il tono muscolare.

 

Non è un caso, quindi, se i maggiori club calcistici italiani possiedono una propria criocamera messa a disposizione degli atleti.

I benefici del freddo, inoltre, sono un toccasana anche per chi pratica la corsa a livelli molto sostenuti e continuati come i maratoneti.

 

Cosa ne pensi della crioterapia? Avevi mai sentito nominarla? Ti piacerebbe provarla? Raccontaci la tua, contatta Dispotech.

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento