Quanto usare a lungo un sacco gelo?

Come consigliamo di utilizzare un Ice Pack

Scritto Venerdì, da Emanuele Mortarotti

L’articolo sul blog di Dispotech di oggi fa un approfondimento sull’utilizzo corretto degli icepack: quando usarli e, soprattutto, per quanto tempo? Esiste un modo per capire quando togliere l’icepack dalla parte del corpo che ci fa male? Rispondiamo a queste domande supportati da un articolo pubblicato su verywellhealth.com.

 

Conoscere i tempi necessari a raffreddare una zona del corpo dolorante con un impacco di ghiaccio o con un icepack è un’ informazione importante che può proteggerci da eventuali effetti collaterali fastidiosi – ad esempio ustioni da freddo o mancanza di flusso sanguigno. I medici e gli esperti consigliano, in linea generale, di raffreddare una parte dolorante o gonfia per non più di 10 minuti, ma più volte durante la giornata.

Gli effetti del ghiaccio e i benefici di una terapia a base di freddo sono ben noti, specialmente quando si tratta di combattere un’infiammazione. E se quest’ultima si manifesta con dolore, rigonfiamento e arrossamento della pelle, il ghiaccio viene in aiuto:

  • raffreddando la parte;
  • dando inizio alla vasocostrizione;
  • offrendo sollievo dal dolore.

 

Potrebbe succedere che i 10 minuti di attesa con ghiaccio alla mano non siano sufficienti per la tua infiammazione o, al contrario, siano troppi e non riesci a sopportarli.

Esiste un metodo efficace per capire quanto tempo tenere il ghiaccio su una zona dolorante: il metodo CBAN. Si tratta di un acronimo inglese che spiega le 4 sensazioni che, una di seguito all’altra, dovresti provare quando applichi del ghiaccio su una zona del corpo che senti dolorante.

  1. C: cold → freddo: la sensazione che provi non appena appoggi qualcosa di freddo/ghiacciato sulla pelle.
  2. B: burn → bruciore: dopo qualche minuto trascorso dall’applicazione del ghiaccio, sopraggiunge un leggero bruciore.
  3. A: ache → dolore: dopo il bruciore, sopraggiunge una sensazione di dolore e fastidio.
  4. N: numb → insensibilità: il dolore viene sostituito da una momentanea insensibilità della parte: è arrivato il momento di rimuovere il ghiaccio.

 

Se non hai un icepack a disposizione, puoi provare a realizzarne uno d’emergenza in casa. Una soluzione potrebbe essere, ad esempio, quella di riempire un sacchetto di plastica con dell’acqua e qualche cucchiaio di alcool denaturato - l’alcool farà sì che l’acqua non diventi un unico blocco di ghiaccio durante il congelamento. Dopo qualche ora di freezer, il tuo icepack casalingo è pronto per essere utilizzato più volte.

 

I benefici del ghiaccio sono effettivi e vengono in aiuto quando abbiamo un dolore localizzato. Per toglierti qualsiasi dubbio o se il dolore persiste, consulta il tuo medico di fiducia!

Cosa ne pensi di questo articolo? Contatta Dispotech e dicci la tua.

 

Emanuele Mortarotti
Autore Emanuele Mortarotti

Manager

scrivi un commento